Home IL COMUNE Uffici Comunali Carta d'Identità
Carta d'Identità PDF Stampa E-mail

Caratteristiche e Rilascio

La carta di identità è un documento valido per l'identificazione e per l'espatrio nei Paesi della Comunità Europea o in altri Paesi che ne riconoscono la validità.

Viene rilasciato ai cittadini italiani e stranieri, residenti o anche occasionalmente presenti nel Comune ed ha la seguente validità (in relazione al DL. 112/2008 e al D.L. 13/05/2011 N. 70):

  • minori da 0 a 3 anni: per 3 anni
  • minori da 3 anni compiuti ai 18 anni: per 5 anni
  • maggiorenni (dai 18 anni compiuti): per 10 anni

Per gli stranieri il documento non è valido per l'espatrio e la sua validità è legata al permesso di soggiorno.

I maggiorenni lo richiedono personalmente, per i minorenni viene richiesto dai genitori.

Può essere richiesto anche da un parente, ma deve essere ritirato dall'interessato che lo firma personalmente. Per chi non può recarsi in Municipio per motivi di salute, il funzionario passa presso l'abitazione per la firma e l'immediata consegna.

I minori di 12 anni non firmano il documento che si inizia a firmare dai 12 anni in avanti. l'art. 7 del D.L. n. 5/2012 reca nuove disposizioni in materia di carta d'identità:

  • le carte d'identità rilasciate dopo il 10.02.2012 hanno validità fino alla data, corrispondente al giorno e al mese di nascita del titolare, immediatamente successiva alla scadenza che sarebbe altrimenti prevista per il documento, per cui una carta d'identità di un soggetto nato il 29 marzo rilasciata il 23 febbraio 2012 scadrà non più il 23 febbraio 2022, ma il 29 marzo 2022.
  • La carta d'identità valida per l'espatrio rilasciata ai minori di 14 anni può riportare, a richiesta, il nome dei genitori o di chi ne fa le veci.

In regime transitorio, in relazione al D.L. 112/08 la carta di identità con scadenza quinquennale dalla data del 26/06/2008 (rilasciata dal 27/06/2003) potrà essere prorogata con l'apposizione da parte del servizio di un timbro con la nuova data di scadenza. La carta è valida per l'espatrio, nei seguenti paesi, in cui non è richiesto il passaporto:

AUSTRIA, BENELUX, FRANCIA, GRECIA, LIECHTENSTEIN, GERMANIA, SVIZZERA, MALTA, GRAN BRETAGNA, DANIMARCA, IRLANDA, SPAGNA, PORTOGALLO, REPUBBLICA FEDERALE DI JUGOSLAVIA, BOSNIA - ERZEGOVINA, SLOVENIA, CROAZIA, MACEDONIA.

PARTICOLARITA' PER I MINORI DI 14 ANNI
I minori di 14 anni, per una normativa europea debbono espatriare accompagnati dai genitori. Pertanto, al momento dell’espatrio, oltre la carta di identità del minore devono munirsi anche di un certificato di nascita con paternità e maternità, a prova del loro status rispetto al minore.

Se invece espatriano accompagnati da una terza persona il minore, oltre la carta di identità deve essere munito di un documento di affidamento da parte dei genitori che viene preparato presso l’Ufficio ma deve recare il timbro della Questura competente, alla quale, tranne i casi di urgenza, viene inoltrato a cura del servizio anagrafe.

E’ ancora valido e quindi rilasciabile, non essendo stato abrogato, il certificato di nascita con foto previsto dalla Convenzione di Parigi, riservato all’espatrio dei minori di 15 anni prima dell’entrata in vigore delle attuali normative.

REGIME TRANSITORIO
Fino alla scadenza naturale sono validi i certificati di nascita con foto di cui il cittadino sia attualmente in possesso. E’ evidente che se il cittadino volesse richiedere per il minore la carta di identità dovrà riconsegnare il documento di espatrio già posseduto dal minore. 
Cosa Serve:

Minori tra 0 e 18 anni

  • 3 fotografie
  • firma di richiesta / assenso dei genitori o di chi esercita la patria potestà
  • Eventuale documento scaduto

Maggiorenni

  • Carta d'identità scaduta
  • 3 fotografie 

SMARRIMENTO O FURTO

Copia della denuncia alle autorità competenti 

CARTE D'IDENTITA' CON TIMBRO DI PROROGA

Recentemente non pochi cittadini hanno segnalato disagi alle frontiere per la mancata accettazione da parte di alcuni funzionari stranieri delle carte di identità munite di timbro di proroga.

Pur non esistendo dichiarazioni da parte delle Autorità centrali di quei Paesi, anzi, nonostante alcuni di essi abbiano esplicitamente dichiarato di accettare il documento munito di timbro di proroga, i disagi continuano tuttora. Al fine di prevenirli il Ministero dell’Interno ha reso possibile il rilascio di un nuovo documento, quale duplicato, in luogo del timbro di proroga

Si pubblica un elenco di Stati nei quali sono state rilevate da parte di cittadini, i sopra accennati disagi, reperito confrontando siti internet di alcuni Comuni e quindi, in mancanza di comunicazioni in merito dai Ministeri competenti, assolutamente ufficioso: Egitto, Turchia, Tunisia, Croazia, Macedonia, Bulgaria, Romania, Guadalupa, Macedonia, Martinica, Mauritius, Bosni.

 

Share
 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione accetta il loro uso. Guarda nel dettaglio i termini della legge privacy policy.

Accetto i cookies per questo sito.